Consulenza

Sicurezza

 

Certificazione ISO 45001

 

Per continuare ad essere competitive nel mercato globale oggi le aziende devono gestire in modo proattivo tutti i rischi che possono presentarsi, compresi quelli legati alla salute e sicurezza sul lavoro. La norma ISO 45001, pubblicata dall’International Organization for Standardization (ISO) nel marzo 2018, segna un passo significativo nello sforzo complessivo per migliorare in tutto il mondo il livello di salute e sicurezza sul lavoro. Il nuovo standard ISO 45001 consente alle organizzazioni di aumentare in modo proattivo la prevenzione degli infortuni e la riduzione degli impatti del lavoro sulla salute, salvaguardando la struttura organizzativa delle aziende.

La ISO 45001 sostituisce la norma OHSAS 18001, introdotta per la prima volta nel 1999 e successivamente rivista nel 2007, diventando lo standard internazionale di riferimento per i sistemi di gestione OH & S. Le organizzazioni attualmente certificate in accordo alla OHSAS 18001 hanno tempo tre anni per certificarsi rispetto ai requisiti della norma ISO 45001.

Sebbene la norma ISO 45001 sia uno standard completamente nuovo, le sue basi si rifanno a quelle della OHSAS 18001. Le aziende che hanno già implementato un sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro in conformità alla OHSAS 18001 applicandola attivamente in azienda, possono attuare una transizione graduale alla ISO 45001. Le due norme, tuttavia, presentano differenze fondamentali e tra queste segnaliamo:

  • la ISO 45001 si rifà alla “struttura di alto livello” (HLS), così come gli altri standard, l’ISO 9001 per la gestione qualità e l’ISO 14001 per quella ambientale
  • Ia ISO 45001 consolida i requisiti di leadership della struttura di alto livello, posizionando nel top management il perno su cui gira l’interno sistema di gestione OH&S. Aspetto già presente nell’edizione 2015 degli standard ISO 9001 e ISO 14001
  • la ISO 45001 copre in modo esplicito sia il personale impegnato in azienda in modo non permanente, ma che lavora sotto la responsabilità dell’organizzazione come quello delle ditte subappaltatrici, sia i processi che l’azienda ha totalmente esternalizzato
  • lo standard introduce anche il termine “opportunità”, un nuovo aspetto nell’ambito della salute e sicurezza sul lavoro, che copre requisiti che vanno oltre la semplice eliminazione o riduzione dei rischi per la salute e sicurezza sul lavoro
Obiettivi e vantaggi
  • Risparmiare sui costi – riducendo quelli diretti e indiretti dovuti ad incidenti, malattie etc.
  • Aumentare la produttività – attraverso la riduzione dei tempi di fermo causati da malattia o infortuni dei dipendenti.
  • Riduzione del rischio – per i dipendenti dell’organizzazione operativi nei vari settori aziendali.
  • Ottenere un vantaggio competitivo – dimostrando a tutti gli stakeholder la conformità dell’azienda rispetto ai requisiti OH & S attraverso la certificazione rilasciata da un ente terzo indipendente.
  • Migliorare la trasparenza – attraverso una maggiore conoscenza dei processi di sicurezza nell’organizzazione.